MENU
Viale Gran Sasso 10 - 20131 Milano
02 2941 9096 / 02 2940 8196 info@codaconslombardia.it
02 2941 9096 02 2940 8196 SCRIVICI PRENOTA APPUNTAMENTO

FORMIGONI: IL CODACONS ANNUNCIA UNA CLASS ACTION PER CHIEDERE I DANNI DA SMOG

2 Dicembre 2009


FORMIGONI: IL CODACONS ANNUNCIA UNA CLASS ACTION PER CHIEDERE I DANNI DA SMOG

 

SUL WEB PARTE LA RACCOLTA DI ADESIONI PER UNA CLASS ACTION CONTRO GLI ENTI LOCALI

 

L’ASSOCIAZIONE CHIEDE ORA INDAGINI ANCHE IN ALTRE CITTA’

 

Il Codacons ha deciso di lanciare una class action sullo smog. I dati, infatti, sono allarmanti. Come reso noto dal Cnr, secondo lo studio dell’Organizzazione mondiale della Sanità “Health impact of PM10 and ozone in 13 italian cities” condotto sulla popolazione residente delle 13 città italiane di maggiori dimensioni, circa 9 milioni di italiani, pari al 16% della popolazione italiana,  tra il 2002 e il 2004 una media di 8.220 morti l’anno è da attribuirsi agli effetti a lungo termine delle concentrazioni di PM10 superiori ai 20 µg/m3. 

Lo studio Poemi (Pollution and emergencies in Milan), relativo alla città di Milano, condotto da 5 ospedali della città, ha attestato che ogni giorno nel capoluogo lombardo ci sono 73 ricoveri correlabili all’inquinamento. Il progetto, finanziato dal Comune di Milano, è durato ben due anni e si basa su dati certi ed inconfutabili dei Pronto Soccorso dei 5 ospedali cittadini coinvolti nell’inchiesta: San Carlo, Policlinico, Fatebenefratelli, Niguarda e San Paolo. In due anni sono stati  53.514  i casi di accesso nei Pronto soccorso avvenuti per malattie e disturbi correlabili all’inquinamento. Dalla tosse all’asma, passando per bronchiti e polmoniti, fino ad attacchi di cuore e ictus. Non si tratta delle solite generiche previsioni sui possibili effetti che l’inquinamento potrebbe avere sulla salute umana. Questa volta ci sono dati precisi ed inconfutabili come il numero di ricoveri e le persone che sono state ricoverate in ospedale. Nello studio viene sottolineato che ai picchi di agenti inquinanti corrisponde un aumento del rischio di visite al pronto soccorso del 10-15 per cento.

“Sono tutti questi dati a rendere possibile un’azione risarcitoria contro chi avrebbe il dovere di tutelare la salute dei cittadini, ma non lo fa o non lo fa abbastanza. A pagare sono in primo luogo anziani e bambini” ha dichiarato il presidente del Codacons, avv. Marco Maria Donzelli.

Il Codacons avvia oggi sul blog del presidente Carlo Rienzi www.carlorienzi.it , una raccolta di adesioni alla class action per danni da smog che l’associazione farà partire a gennaio 2010. Tutti i cittadini, a cominciare da quelli della Lombardia, che si considerano danneggiati dall’inquinamento delle proprie città, potranno manifestare sul web la propria volontà di aderire alla futura azione legale del Codacons nei confronti degli enti locali responsabili, volta a far ottenere agli utenti il risarcimento per i danni subiti (in primis quello alla salute) connessi all’eccesso di smog nell’aria.

L’associazione chiede, infine, che siano aperte indagini anche in altre città. Il Codacons, infatti, sulla base di quei dati resi noti dal Cnr, aveva presentato esposti in 11 delle 13 città oggetto dello studio: Torino, Genova, Milano, Trieste, Padova, Venezia, Verona, Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Catania, Palermo. 

Ebbene, la Procura di Bologna ha archiviato, Firenze ha rinviato a giudizio il sindaco di Firenze Domenici ed il presidente della Regione Toscana Martini, Milano ha deciso di procedere alle indagini nei confronti di Formigoni, Moratti e Podestà.

Compila il form qui sotto inserendo i dati richiesti così da essere contattato in tempi rapidi da un nostro assistente legale.





    AGGIORNAMENTI IN PRIMO PIANO:

    Partecipa alle nostre battaglie, fai valere i tuoi diritti!

    Cerca nel sito