MENU
Viale Gran Sasso 10 - 20131 Milano
02 2941 9096 / 02 2940 8196 info@codaconslombardia.it
02 2941 9096 02 2940 8196 SCRIVICI PRENOTA APPUNTAMENTO

Farmaci di fascia C: per Intesaconsumatori il loro costo elevato va diminuito

20 Febbraio 2006




Per Intesaconsumatori bisogna smetterla di portare, quale motivazione al proprio no per le vendita dei farmaci nei supermercati, gli esempi per cui i cittadini comprino medicinali d’impulso come fossero detersivi o bibite.

Ciò è del tutto offensivo all’intelligenza dei cittadini che non ci risulta, si ubriachino tutti poiché nei supermercati vendono Whisky o Cognac. I cittadini comprano i medicinali quando ne hanno bisogno e questa esigenza deve essere soddisfatta nel miglior modo possibile ed ai più bassi prezzi.

Ribadiamo quindi, che questo ?affare?, che assomma ad un miliardo e trecento milioni di euro, causato dagli alti prezzi dei medicinali di fascia C (a differenza dei prezzi con cui si vendono negli altri paesi), deve trovare, con le forme del caso, soluzioni precise quali, ad esempio, la presenza di un laureato in farmacia presso i tutti i supermarket.

Noi siamo convinti, infatti, che bisogna ampliare i centri di vendita per aumentare la concorrenza e quindi diminuire i prezzi, elevatissimi, per questo tipo di medicinali.
Intesaconsumatori non si nasconde il fatto che non è solo questo il problema legato alla sanità nel nostro paese, infatti, riteniamo che l’implementazione della vendita dei farmaci equivalenti, superando boicottaggi da parte di tutti gli operatori che prescrivono, producono, distribuiscono e vendono al dettaglio i farmaci, sia uno dei problemi essenziali per abbattere i costi della sanità pubblica. Altrettanto utile sarebbe la messa sul mercato di confezioni monouso, affinché si evitino sprechi che, ricadendo sull’intero sistema sanitario, impediscono il recupero di efficienza e la diminuzione dei costi.

Intesaconsumatori ritiene che in questo dibattito manchi una discussione intorno al ruolo di ?presidio sanitario? che i centri di vendita farmaci dovrebbero avere, consapevole dell’importanza di tali caratteristiche, auspica, nel frattempo, che le farmacie la smettano di vendere anche le scarpe.






Intesa

Compila il form qui sotto inserendo i dati richiesti così da essere contattato in tempi rapidi da un nostro assistente legale.





    AGGIORNAMENTI IN PRIMO PIANO:

    Partecipa alle nostre battaglie, fai valere i tuoi diritti!

    Cerca nel sito