MENU
Viale Gran Sasso 10 - 20131 Milano
02 2941 9096 / 02 2940 8196 info@codaconslombardia.it

TUTTI IN VACANZA ? SI MA ATTENTI A COME LASCIATE LA CASA

27 Luglio 2007






E’ in arrivo il grande esodo estivo. Le città si svuotano e le abitazioni restano incustodite per tutto il periodo della vacanza. Il rischio di furti o danni alle abitazioni cresce. Possibili, però, anche altri tipi di danni, come allagamenti e incendi. Spesso, infatti, ci si preoccupa solo di chiudere tutte le finestre e le porte per evitare i ladri, ma ci si dimentica di mettere in sicurezza la casa per prevenire i sempre possibili incidenti domestici. Il Codacons propone alcuni consigli per evitare spiacevoli sorprese al rientro:


? Gas. Chiudete non solo il rubinetto interno ma anche quello esterno. Ricordatevi che i tubi del gas hanno una scadenza. Controllatela. Se lo utilizzate dopo la data indicata sul tubo sono possibili delle fuoriuscite (il passaggio del gas li logora fino a creparli).

? Acqua. Chiudete il rubinetto centrale. La pressione, sempre presente, potrebbe determinarne la rottura delle tubature anche in vostra assenza. Controllate che l`acqua nella cassetta dello scarico del bagno sia presente, altrimenti il galleggiante interno potrebbe rovinarsi.

? Energia. Staccate anche l’energia elettrica. Eviterete cortocircuiti. Le vacanze sono l’occasione migliore per sbrinare il freezer (andrebbe sbrinato ogni 6 mesi). In tal caso lasciate socchiusa la porta del frigorifero. Se proprio non potete staccare il surgelatore abbassate dal contatore almeno la levetta delle luci.

? Spine. Non basta staccare tutte le spine dalle prese. Ricordatevi anche lo scaldabagno, l’antenna del televisore, il collegamento del computer con la presa telefonica (in caso di fulmine danneggereste come minimo il modem).

? Segreteria. Non fate sapere ad estranei i vostri programmi di viaggio. Non divulgate la data del vostro rientro, specialmente sulla segreteria telefonica e non lasciate messaggi del tipo: ?siamo in vacanza ??. Meglio il classico e sbrigativo: “Lasciate un messaggio dopo il bip“.

? Chiudete tutto. Si chiude sempre la porta d`ingresso, ma poi, ritenendola a torto non accessibile ai ladri, si lascia aperta una finestra per far circolare l`aria. Sbagliato! E le cantine, i solai, il garage? Assicuratevi che bici, moto e macchine lasciate in cortile o in garage siano chiuse a chiave. Mettete dei coperchi o dei contenitori metallici dietro le porte e le finestre.

? Chiavi di casa. Per sicurezza è sempre meglio lasciare le chiavi di casa ad un amico fidato rimasto in città. Eviterete un rientro anticipato. Potrà di tanto in tanto andare a controllare che tutto proceda per il verso giusto.

? Posta. Indispensabile che il portiere o un vicino di casa ve la ritiri, così da non segnalare a eventuali ladri la vostra assenza. Se impossibilitati, lasciate sulla cassetta una scritta: “Vietato lasciare materiale pubblicitario“.

? Contatori Enel. Teneteli in un armadietto a muro chiuso oppure in locali non accessibili agli estranei. Il mancato consumo elettrico è indice della vostra assenza.

? Fogli di carta e zerbini. Per verificare se siete in casa è possibile che il ladro inserisca un foglietto di carta tra la porta e lo stipite, in modo che caschi in caso di apertura. Oppure si mette lo zerbino sollevato o appoggiato sulla porta. Se succede vuol dire che siete nel mirino dei ladri. In caso di assenza dite al vicino di controllare anche questi aspetti.

? Denaro. Non tenete in casa denaro o oggetti di valore (gioielli, argenteria). Depositateli in cassette di sicurezza, oppure consegnateli a parenti. Non è consigliabile nascondere preziosi in casa, li troveranno. Se proprio dovete, ricordatevi che i primi posti esaminati dai ladri sono gli armadi, i cassetti (anche sotto e dietro), le tasche dei vestiti, l’interno dei vasi, i quadri, i letti ed i tappeti: regolatevi di conseguenza. Per proteggere gli oggetti più rari e preziosi potete darli in prestito per mostre temporanee a Musei.

? Foto. E’ utile fotografare le cose di valore che possono essere rubate: le foto aiutano la polizia per le indagini e vi aiutano con le assicurazioni, sempre restie a pagare. Conservate anche le ricevute dell’acquisto. Potete anche marchiare gli oggetti più preziosi.

? Piante. Se non potete darle ai vicini, ricordatevi di annaffiare le piante prima di partire. La soluzione più consigliabile è di lasciare impiantate nel terreno due bottiglie piene d’acqua capovolte, così che le piante possono assorbire il liquido poco per volta (dura circa 5 o 6 giorni). Oppure collocate una bottiglia vicino ad ogni vaso, ad un livello superiore, con una cannuccia che dalla bottiglia va fino alla terra della pianta. Infine potete prendere un secchio molto capiente e fare partire dal recipiente tanti pezzi di cinghia per tapparelle quanti sono i vasi di fiori che avrete disposto attorno al secchio, quindi, infilate la cinghia nella terra per almeno 10 centimetri;

? Animali. Portate con voi gli animali domestici, orami esistono spiagge e alberghi attrezzati per gli amici dell’uomo (gli elenchi li trovate sui siti internet a loro dedicati). Se proprio non potete, affidateli ad un vicino, ad un amico, ad un dog/cat sitter affidabile o portatelo in una pensione per animali che se ne prenda cura fino al vostro ritorno.

? Problemi. Se al rientro dalle vacanze trovate la porta aperta o chiusa dall’interno non entrate e non fate gli eroi: chiamate subito il 113 o il 112.

Buone vacanze a tutti.

Compila il form qui sotto inserendo i dati richiesti così da essere contattato in tempi rapidi da un nostro assistente legale.





    AGGIORNAMENTI IN PRIMO PIANO:

    Partecipa alle nostre battaglie, fai valere i tuoi diritti!

    Cerca nel sito