MENU
Viale Gran Sasso 10 - 20131 Milano
02 2941 9096 / 02 2940 8196 info@codaconslombardia.it

MAIALE ALLA DIOSSINA: GLI INDUSTRIALI DELLA CARNE CONTESTANO IL CODACONS

23 Dicembre 2008


Con vero piacere pubblichiamo la lettera inviataci dall’ASS.I.CA. (Associazione industriali delle carni) relativamente alle misure di cautela più volte richieste dal Codacons al sottosegretario alla salute, Francesca Martini, in merito all’allarmante ingresso nel nostro paese di campioni di carne suina provenienti dall’Irlanda.

Prendiamo nota inoltre di come, dopo la nostra presa di posizione, siano stati effettuati numerosi sequestri di carne suina in Italia e precisamente:

SALUTE: DIOSSINA; MARTINI,89 PARTITE IN ITALIA, 35 SEQUESTRI
ROMA

(ANSA) - ROMA, 9 DIC - Sono 89 le partire di carne di maiale di origine irlandese entrate nel nostro paese. Lo ha annunciato il sottosegretario alla salute Francesca Martini a margine della riunione del Consiglio Superiore di Sanità. I nuovi dati, ha spiegato Martini, sono stati comunicati questa mattina al ministero del Welfare dal sistema di allerta dell'Unione Europea. Le partite sono entrate nel nostro paese dal primo settembre 2008. Le Regioni, ha proseguito Martini, ci hanno comunicato che ci sono stati 35 sequestri: 23 in Lombardia, uno in Calabria, uno in Puglia, uno nella Provincia Autonoma di Trento, uno nel Lazio e otto in Emilia Romagna.

SALUTE: DIOSSINA; ALTRI 7 SEQUESTRI, 42 IN TUTTO
ROMA

(ANSA) - ROMA, 9 DIC - In Veneto sono state sequestrate sei partite di carne di maiale proveniente dall'Irlanda e una partita è stata invece individuata e sequestrata in Basilicata. Aumentano così a 42 le partite di carne di suino proveniente dall'Irlanda individuate nel nostro Paese. E' l'ultimo aggiornamento che è arrivato dalle Regioni al ministero della Salute e il dato è stato appena comunicato dal sottosegretario alla Salute, Francesca Martini, a margine della riunione del Consiglio superiore di sanità convocato per esprimere un parere sul latte crudo erogato dai distributori.

SALUTE:DIOSSINA;IN EMILIA-ROMAGNA 368 TONNELLATE CARNE SUINA
BOLOGNA

(ANSA) - BOLOGNA, 9 DIC - Proseguono i controlli dei Servizi veterinari delle Aziende Usl della Regione Emilia-Romagna sulla carne suina di origine irlandese sospetta di contaminazione da diossina. I controlli vengono effettuati sulla base delle indicazioni fornite dal Ministero competente, a seguito di una allerta della Ue riguardante le carni suine introdotte in Italia dall'1 settembre scorso. Dai dati rilevati, a tutt'oggi sono 368 le tonnellate di carne di maiale introdotte in 9 stabilimenti dell'Emilia-Romagna. Circa la metà di queste (192 tonnellate) sono sotto sequestro negli stabilimenti di arrivo; per le restanti quantità, già commercializzate, sono state avviate, a scopo cautelativo, le procedure per il ritiro dal mercato, in collaborazione con le stesse ditte di lavorazione e di commercializzazione. In questa fase, la priorità di intervento riguarda i sequestri dei prodotti potenzialmente contaminati, a difesa della salute dei consumatori; contemporaneamente, il Servizio veterinario regionale, insieme ai Servizi veterinari delle Aziende Usl e all'Istituto zooprofilattico sperimentale della Lombardia e dell'Emilia-Romagna, sta definendo i piani di campionamento delle carni suine e dei prodotti derivati posti sotto sequestro. Le analisi saranno svolte, presso la sezione bolognese dello stesso Istituto, in un laboratorio dedicato, che é uno dei tre centri nazionali in grado di effettuare analisi così complesse come quelle relative alla rilevazione di presenza di diossina.

Leggi la lettera dell’ASS.I.CA. per il CODACONS, cliccka qui

Compila il form qui sotto inserendo i dati richiesti così da essere contattato in tempi rapidi da un nostro assistente legale.





    AGGIORNAMENTI IN PRIMO PIANO:

    Partecipa alle nostre battaglie, fai valere i tuoi diritti!

    Cerca nel sito