MENU
Viale Gran Sasso 10 - 20131 Milano
02 2941 9096 / 02 2940 8196 info@codaconslombardia.it
02 2941 9096 02 2940 8196 SCRIVICI PRENOTA APPUNTAMENTO

Lacaccia allo sconto si e’ gia’ aperta ieri a Napoli

3 Gennaio 2009


Mentre la caccia allo sconto si è già aperta ieri a Napoli, nella nostra città, come nel resto della regione, i saldi ufficiali partiranno il 6, con l’Epifania. Ma la vera moda è quella dei pre-saldi, degli sconti "non per tutti" iniziati appena dopo il Natale. Si tratta di nuove tecniche di marketing sempre più utilizzate dai commercianti. Siano essi franchising di multinazionali o esercizi a dimensione locale, il motto rimane lo stesso: trattare bene i clienti, in particolare quelli più fidelizzati, dedicando loro un trattamento di favore. Ne sono un esempio le shopping-card o fidelity-card, una sorta di tessera associativa che garantisce al suo possessore sconti ulteriori e spesso anticipati, oppure dei buoni-sconto da utilizzare in acquisti futuri. I clienti, una volta lasciati i propri dati al negoziante, vengono così avvertiti delle promozioni tramite e-mail e sms che invitano a visitare il punto vendita in un determinato arco di tempo per avere diritto a dei saldi speciali, quasi personalizzati. La tendenza di far sentire l’acquirente importante e coccolato, ha preso ormai piede in questi ultimi anni di crisi che hanno colpito su tutti l’abbigliamento, e chi più sottobanco, chi più alla luce del sole, un po’ tutti per i saldi continuano a dare la precedenza agli abitué. «Una questione di rispetto verso la propria clientela -ha dichiarato Paolo Perazzoli, segretario provinciale della Confesercenti- ma anche un metodo per non perderla, visti i tempi che corrono. Se come dicono le stime nazionali anche con i saldi le vendite saranno in calo dal 30% al 43% la situazione si fa molto preoccupante».  Le previsioni del Codacons parlano già di un total flop della stagione degli sconti.  «Appena il 50% delle famiglie potrà avvalersi dei saldi -ha affermato in una nota lo stesso presidente del Codacons, Carlo Rienzi- perchè l’altra metà non avrà budget da dedicare a nuovi acquisti e sarà in discesa anche la spesa pro-capite, che si attesterà sui 120 euro a persona». Ma almeno c’è il rovescio della medaglia, e dato che le vendite della collezione autunno-inverno hanno avuto un andamento fortemente negativo, per i consumatori la scelta dei capi in saldo dovrebbe essere molto più ampia e variegata. Inoltre, la fonte Confesercenti garantisce che gli sconti partiranno subito col botto, con ribassi corposi fino al 50%.

Compila il form qui sotto inserendo i dati richiesti così da essere contattato in tempi rapidi da un nostro assistente legale.





    AGGIORNAMENTI IN PRIMO PIANO:

    Partecipa alle nostre battaglie, fai valere i tuoi diritti!

    Cerca nel sito