MENU
Viale Gran Sasso 10 - 20131 Milano
02 2941 9096 / 02 2940 8196 info@codaconslombardia.it
02 2941 9096 02 2940 8196 SCRIVICI PRENOTA APPUNTAMENTO

Il Codacons porta l’aeroporto in tribunale

22 Dicembre 2008


 " Denuncia alla Procura della Repubblica per interruzione di pubblico servizio: la annuncia la sezione salernitana del Codacons per tutelare gli interessi dei viaggiatori lasciati a terra da Gan e Orionair dopo l’improvvisa sospensione dei voli programmati presso lo scalo di Pontecagnano.  " «Quanto accaduto in questi giorni all’aeroporto di Salerno "Costa d’Amalfi" così come negli altri aeroporti italiani è di una gravitá inaudita perchè sono stati lesi ed in maniera grave i diritti dei passeggeri, dal momento che nessuno è stato tempestivamente avvertito e nessun utente in procinto di partire è stato trasferito su voli sostitutivi – scrive in una nota al vetriolo il presidente Enrico Marchetti – Il Codacons denuncia il fatto alla Procura della Repubblica poichè si ravvisa il reato di interruzione di pubblico servizio ed affinchè accerti le responsabilitá». Non solo. Dall’ufficio legale dell’associazione che tutela i diritti dei consumatori, si rende noto che ai viaggiatori spetta ben più che il rimborso del prezzo del biglietto precedentemente acquistato. «In caso di cancellazione del volo, il regolamento europeo 261/04 vigente in Italia dal febbraio 2005, prevede un risarcimento, a seconda della tratta, minimo di 250 euro oltre gli altri danni economici e morali, considerato il periodo festivo», precisa l’avvocato Matteo Marchetti. Il caso sará sottoposto anche all’attenzione dell’Enac. Sulla vicenda è intervenuto anche il consigliere regionale Pasquale Marrazzo. «E’ un copione giá scritto ad agosto, quando la struttura è stata inaugurata. Anziché attardarsi in sterili polemiche, i vertici della struttura aeroportuale avrebbero fatto bene -in assenza di adeguata esperienza nel settore- ad affidarsi a societá di acclarata esperienza giá operanti in Campania, evitando di crogiolarsi nella presunzione di saper gestire la fase di avvio di una struttura così complessa». Auspicando le dimissioni dei vertici dello scalo, Marrazzo incalza: «Nella regione dei commissariamenti, mi duole auspicare anche in questo caso un intervento straordinario ed immediato del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti».
 

Compila il form qui sotto inserendo i dati richiesti così da essere contattato in tempi rapidi da un nostro assistente legale.





    AGGIORNAMENTI IN PRIMO PIANO:

    Partecipa alle nostre battaglie, fai valere i tuoi diritti!

    Cerca nel sito