MENU
Viale Gran Sasso 10 - 20131 Milano
02 2941 9096 / 02 2940 8196 info@codaconslombardia.it

I consumatori: gli italiani viaggeranno meno e spenderanno meno dello scorso anno

22 Dicembre 2008


ROMA Sette morti sulle strade italiane in queste ultime ore. Gran parte degli incidenti mortali è avvenuto nelle prime ore della mattina. Sono due i morti in provincia di Reggio Emilia: un uomo che ha perso la vita a Correggio e una diciannovenne di Castellarano che è morta annegata dopo essere finita con l?auto sul fiume Secchia con quattro amici, rimasti feriti, di ritorno dalla festa del suo compleanno. Un giovane è morto e altre quattro persone sono rimaste ferite in un incidente stradale nel Barese. L?auto è finita fuori strada per l?asfalto viscido. In Liguria, tra La Spezia e Sarzana, ha perso la vita un trentenne, e un altro giovane è rimasto ferito. In Sicilia, un uomo e un ragazzo sono morti in un frontale tra Caltanissetta a Gela. Uno di loro era un giovane avvocato appena laureato. Infine, a Viterbo, è morto un ottantasettenne che con la sua auto è andato a sbattere prima contro un?altra vettura, e poi contro alcune auto in sosta. Proprio in queste ore, comunque, comincia l?«esodo» festivo degli automobilisti.  Ma Intesaconsumatori (che riunisce Federconsumatori, Codacons, Adoc e Adusbef) parla di un Paese che tira la cinghia: rispetto a un anno fa, ha deciso di rimanere a casa il 15% in più degli italiani; calano, inoltre, anche le partenze per i weekend (-3%) e i viaggi di una settimana (-5%). Saranno comunque circa 15 milioni, secondo un?indagine Confesercentyi-Publicares-Swg, gli italiani in viaggio per le festività natalizie e spenderanno circa 9 miliardi di euro. La spesa individuale si attesterà sui 593 euro a persona, al di sotto della media dello scorso anno. Intanto, emerge però che da quando è stata inaugurata la tratta dell?alta velocità fra Milano e Bologna Trenitalia ha registrato un aumento medio di vendite fra i 1.500 e i duemila biglietti al giorno. La crescita più significativa è stata in prima classe dove l?aumento delle prenotazioni è arrivato al 60%. Oltre che con la crisi, i vacanzieri di fine anno dovranno fare i conti anche con il maltempo. Secondo il meteorologo Andrea Giuliacci del centro Epson meteo, freddo, vento e neve ci accompagneranno dal 25 dicembre ai primi giorni del 2009. Fino alla vigilia, l?alta pressione garantirà prevalenza di tempo bello e temperature pomeridiane piuttosto miti su gran parte dell?Italia. Ma il giorno di Natale la Penisola verrà investita da un nucleo di aria gelida polare che farà crollare ovunque le temperature, spingerà nuove nuvole su quasi tutte le regioni e darà vita a un vortice di bassa pressione che poi a Santo Stefano porterà maltempo in gran parte del Paese, e la neve imbiancherà anche la Valle padana occidentale e le coste centrali adriatiche.

Compila il form qui sotto inserendo i dati richiesti così da essere contattato in tempi rapidi da un nostro assistente legale.





    AGGIORNAMENTI IN PRIMO PIANO:

    Partecipa alle nostre battaglie, fai valere i tuoi diritti!

    Cerca nel sito