MENU
Viale Gran Sasso 10 - 20131 Milano
02 2941 9096 / 02 2940 8196 info@codaconslombardia.it

LOTTA AL FUMO: LE ASSOCIAZIONI DI UTENTI

13 Settembre 2000


Oggi, alle ore 14,30 una delegazione di associazioni di consumatori, guidata dal Presidente del CODACONS, avv. Carlo Rienzi, è stata ascoltata dalla XII Commissione Affari Sociali della Camera. Possono restare tranquilli i fumatori nel nostro paese, la battaglia contro il fumo è ostacolata dalle potentissime lobbies del tabacco, che opera in Italia attraverso una associazione illegale che tutti i giornalisti continuano ad intervistare, è potentissima e imbattibile da Parlamento e governi. Infatti cambiano i ministri, si susseguono i governi ma le leggi antifumo, (L. 584/75 sul divieto di lavoro nei luoghi pubblici; la L. 626/94 esistente già dal 1994 per la protezione e la salubrità dei luoghi di lavoro; il DPR 303/56; art. 2087 c.c.), non servono a nulla. Per questo il Codacons aveva proposto al TAR la nomina di un commissario ad acta che si sostituisca al Ministro ed emani una Direttiva che imponga ?effettivamente? il divieto di fumo. ?Continueremo la nostra offensiva contro il fumo? sostengono dal CODACONS, preannunciando altri blitz nei teatri, nelle banche, nei ristoranti e nei bar, anche questi infatti rientrano nel divieto previsto dalla legge sulla tutela dei lavoratori. ?Continueremo ad esigere il rispetto della legge e l’emanazione di una direttiva che dia una spinta decisiva verso la salute dei cittadini. Auspichiamo un disegno di legge organico che tratti tutta la materia, intanto non si può attendere che i divieti già operanti siano disattesi ai danni dei cittadini, soprattutto quando l’ingiustificata crociata dei fumatori ha già annunciato di fare il diavolo a quattro affinché la legge non passi??Speriamo che non vada in fumo anche questo incontro.?. Il presidente del CODACONS, Avv. Carlo Rienzi, ha scommesso con l’Onorevole Carlo Giovanardi, membro della Commissione Affari Sociali della Camera, che percorrerà in ginocchio p.zza Montecitorio 2 volte se la legge sul divieto di fumo passerà, in caso contrario sarà l’Onorevole a percorrere il tragitto, sempre in ginocchio, una sola volta.

Compila il form qui sotto inserendo i dati richiesti così da essere contattato in tempi rapidi da un nostro assistente legale.





    AGGIORNAMENTI IN PRIMO PIANO:

    Partecipa alle nostre battaglie, fai valere i tuoi diritti!

    Cerca nel sito