MENU
Viale Gran Sasso 10 - 20131 Milano
02 2941 9096 / 02 2940 8196 info@codaconslombardia.it

Codacons su legame calcio e demenza

24 Agosto 2021


COMUNICATO STAMPA

Cronaca Nazionale

Martedì 24 Agosto 2021

CALCIO E DEMENZA: IL NUOVO STUDIO DELL’UNIVERSITA’ DI GLASGOW AFFERMA CHE I DIFENSORI HANNO UN RISCHIO 5 VOLTE SUPERIORE ALLA POPOLAZIONE NORMALE DI MALATTIE NEURODEGENERATIVE

CODACONS: E’ ORA CHE SIA FATTA CHIAREZZA ED ATTENZIONE SU UN PERICOLOSISSIMO FENOMENO CHE PUO’ RIGUARDARE TUTTI, DAI CALCIATORI PROFESSIONISTI DI SERIE A AI GIOCATORI AMATORIALI
L’ASSOCIAZIONE SCRIVE ALLA F.I.G.C., ALLA LEGA CALCIO ED AL MINISTRO DELLO SPORT CHIEDENDO UNA TASK FORCE SUL FENOMENO E LANCIA LA PROVOCAZIONE: ABOLIRE I COLPI DI TESTA
Cronaca Nazionale: un nuovo studio dell’Università di Glasgow getta una luce sinistra sul legame che esisterebbe tra il gioco del calcio e le malattie neurodegenerative, confermando sul punto anche i risultati di altri studi di settore.
I giocatori di calcio rischierebbero maggiormente casi di demenza per via dei colpi di testa. Non solo, ma lo studio ha anche messo in luce come i difensori siano i giocatori più a rischio (con una probabilità di 5 volte superiore di contrarre queste patologie), mentre per gli altri giocatori il rischio sarebbe di 4 volte superiore, analogo alla popolazione ordinaria invece per i portieri.
La provocazione lanciata dal neuropatologo Willie Stewart, professore dell’Università di Glasgow (“i palloni da calcio dovrebbero essere venduti con l’avvertenza i ripetuti colpi di testa possono portare ad un aumento del rischio di demenza”) colpisce nel segno – secondo il Presidente Nazionale del Codacons, Marco Donzelli – ma il fenomeno deve essere oggetto di studi approfonditi anche dagli enti italiani, che per ora sembrano avere totalmente ignorato il fatto. 
Per questo motivo scrivere alla F.I.G.C., alla Lega Calcio ed al Ministero dello Sport al fine di chiedere una specifica task force che studi il fenomeno, a tutela delle migliaia e milioni di persone che ogni giorno giocano a calcio in tutta Italia.
L’Associazione lancia una provocazione: aboliamo i colpi di testa dal mondo del calcio!
Ufficio Stampa Codacons Lombardia: 346/6940183

Compila il form qui sotto inserendo i dati richiesti così da essere contattato in tempi rapidi da un nostro assistente.





    AGGIORNAMENTI IN PRIMO PIANO:

    Partecipa alle nostre battaglie, fai valere i tuoi diritti!

    Cerca nel sito