MENU
Viale Gran Sasso 10 - 20131 Milano
02 2941 9096 / 02 2940 8196 info@codaconslombardia.it

Codacons su Cassazione riconosce reato di diffamazione per insulti omofobi tramite Facebook


Comunicato Stampa
Cronaca nazionale
Mercoledì 21 luglio 2021

LA CORTE DI CASSAZIONE HA RICONOSCIUTO CHE DARE DEL “FROCIO” A UNA PERSONA SU FACEBOOK INTEGRA IL REATO DI DIFFAMAZIONE

LA DIFFUSIONE MEZZO FACEBOOK DELLE DIFFAMAZIONI INTEGRA INOLTRE L’AGGRAVANTE CUI ALL’ ART 595 C.P.

CODACONS: SI TRATTA DI UNA PRONUNCIA MOLTO IMPORTANTE SIA CONTRO L’OMOFOBIA CHE L’USO SCONSIDERATO DEI SOCIAL NETWORK. CONTATTATCI A INFO@CODACONSLOMBARDIA.IT PER RICEVERE ASSISTENZA

La Corte di Cassazione con la sentenza n. 19359/2021 ha riconosciuto il carattere diffamatorio degli insulti omofobi lasciati sul profilo Facebook del promotore della causa, il quale era stato appellato come “frocio schifoso”
La diffusione del messaggio, attraverso la pubblicazione delle frasi offensive sulla bacheca di Facebook poi, integra l’aggravante di cui all’art. 595 c.p. perché avvenuta su un social network ad ampia diffusione.
“La pronuncia dei Supremi Giudici costruisce un grande passo in avanti sia in materia di omofobia che in materia di diffamazione a mezzo social, da tempo diventati luogo di insulti e ingiurie privi di conseguenze – annuncia il presidente del Codacons Marco Maria Donzelli-
La pronuncia apre la strada a centinaia di ricorsi. Se sei vittima di messaggi diffamatori sui social network, per ricevere tutela e assistenza in materia contattateci all’indirizzo info@codaconslombardia.it”
Ufficio Stampa Codacons Lombardia: 346/6940183

Compila il form qui sotto inserendo i dati richiesti così da essere contattato in tempi rapidi da un nostro assistente legale.





    AGGIORNAMENTI IN PRIMO PIANO:

    Partecipa alle nostre battaglie, fai valere i tuoi diritti!

    Cerca nel sito