MENU
Viale Gran Sasso 10 - 20131 Milano
02 2941 9096 / 02 2940 8196 info@codaconslombardia.it
02 2941 9096 02 2940 8196 SCRIVICI PRENOTA APPUNTAMENTO

Codacons Cremona su saldi estivi

1 Luglio 2022


COMUNICATO STAMPA

Cronaca di Cremona

Venerdì 1 luglio 2022

CREMONA: SALDI ESTIVI, I CONSIGLI ANTI-BIDONE E LE ULTIME NOVITA’.

CODACONS: ECCO ALCUNI SEMPLICI CONSIGLI CHE SERVONO AD EVITARE SFIANCANTI DISCUSSIONI CON I COMMERCIANTI.

Cremona: Arrivano i saldi e con loro importanti novità tra cui l’obbligo di pagamento mediante pos in vigore da ieri. Come ogni anno anche questo 2022 riserva delle insidie per i consumatori che possono tuttavia essere tenute a bada attraverso una corretta informazione sui propri diritti di consumatori. Diritti che la legge riconosce e che sarebbe opportuno fossero approfonditamente conosciute anche dai commercianti.

 

Codacons: “Per prima cosa conservate sempre lo scontrino. Non è vero che i capi in saldo non si possono cambiare. Valgono le regole di sempre. Il negoziante è obbligato a sostituire l’articolo difettoso. Ai fini del ripristino della conformità del bene, le nuove regole del D.Lgs. 4 novembre 2021, n. 170 prevedono che il consumatore può scegliere tra riparazione e sostituzione, purché il rimedio prescelto non sia impossibile o, rispetto al rimedio alternativo, non imponga al venditore costi sproporzionati, tenuto conto di tutte le circostanze e, in particolare, del valore che il bene avrebbe in assenza del difetto di conformità, dell’entità del difetto di conformità e della possibilità di esperire il rimedio alternativo senza notevoli inconvenienti per il consumatore. Il consumatore ha diritto ad una riduzione proporzionale del prezzo o alla risoluzione del contratto  di  vendita, ossia a farsi ridare i soldi, nel caso in cui il  venditore non ha effettuato la  riparazione o la sostituzione; si manifesta un difetto di conformità, nonostante il tentativo del venditore di ripristinare la conformità del bene; il difetto di conformità è talmente grave da giustificare l’immediata riduzione del prezzo o la risoluzione del contratto di vendita; il venditore ha dichiarato o risulta chiaramente dalle circostanze, che non procederà al ripristino della  conformità del bene entro un periodo ragionevole o senza notevoli inconvenienti  per il consumatore. Il consumatore non ha il diritto di risolvere il contratto se il difetto di conformità è solo di lieve entità. L’onere della prova della lieve entità del difetto è a carico del venditore. Per informazioni sul tema e segnalazioni contattare il Codacons all’indirizzo codacons.cremona@gmail.com o al recapito 347.9619322”.

Compila il form qui sotto inserendo i dati richiesti così da essere contattato in tempi rapidi da un nostro assistente.





    AGGIORNAMENTI IN PRIMO PIANO:

    Partecipa alle nostre battaglie, fai valere i tuoi diritti!

    Cerca nel sito