MENU
Viale Gran Sasso 10 - 20131 Milano
02 2941 9096 / 02 2940 8196 info@codaconslombardia.it

ASSICURAZIONI RC-AUTO, CODACONS E ADUSBEF ALL’ATTACCO

3 Agosto 2000


Denuncia di Codacons e Adusbef a ben 58 procure della Repubblica, nell’esposto ? firmato dai due presidenti: Raffaella D’Angelo ed Elio Lannutti- si profilerebbe il reato di truffa aggravata nei confronti dei milioni di assicurati. Si chiede inoltre ai magistrati di accertare se le pratiche di cartello non siano state realizzate anche per assenza di vigilanza degli organismi di vigilanza preposti: Ministero dell’Industria e Isvap naturalmente. Durissima la presa di posizione contro la sbandierata rivoluzione nel campo delle Rc-auto, visto che ne è scaturita l’ennesima bufala a danno degli utenti. Ecco le obiezioni dei consumatori: 1) carrozzieri: nessun vantaggio concreto agli assicurati, viceversa il passaggio di consegne determinerà lo scadimento delle riparazioni stesse, secondo l’ovvio principio del ?risparmio massimo? in favore delle compagnie. Il fatto che le compagnie sceglieranno carrozzieri di fiducia per risarcire il danno agli automobilisti non da piene garanzie all’utente danneggiato su riparazioni effettive e ?rappezzamenti?. 2) Accolta positivamente la misura tesa a colpire chi truffa le compagnie, anche se le stesse si sono rese poi protagoniste di comportamenti gravi nei confronti degli utenti che andrebbero sanzionati con provvedimenti ben più pesanti delle multe comminate. 3) Riguardo la franchigia il giudizio è estremamente negativo, istituto esistente da anni e fatto passare oggi per una grande scoperta. Il sistema infatti, è un regalo alle compagnie in quanto scarica sull’utente tutti i risarcimenti inferiori al milione di lire che costituiscono una grandissima fetta del totale dei sinistri. 4) Nulla di nuovo per le procedure di conciliazione, il Codacons anticipa che non siederà al tavolo di settembre con l’Ania. 5) Le campagne educative sulla sicurezza stradale devono essere pagate, con obbligo, dalle compagnie e non con i 700 mld di multa. 6) I tempi brevi promessi riguardo le perizie non sono vincolanti, in mancanza anche qui di sanzioni le aspettative per gli utenti saranno disattese. Il Codacons informa inoltre che già da oggi è possibile scaricare dal sito internet: www.codacons.it il modello per fare ricorso al giudice di pace (senza nessuna spesa legale dunque) contro le compagnie di ?cartello? per essere risarciti del danno.

Compila il form qui sotto inserendo i dati richiesti così da essere contattato in tempi rapidi da un nostro assistente legale.





    AGGIORNAMENTI IN PRIMO PIANO:

    Partecipa alle nostre battaglie, fai valere i tuoi diritti!

    Cerca nel sito