MENU
Viale Gran Sasso 10 - 20131 Milano
02 2941 9096 / 02 2940 8196 info@codaconslombardia.it

Bizze del digitale Ieri su Raitre il tg del Piemonte

16 Dicembre 2008


Rai, di pochi, di meno. Continuano in Ogliastra i problemi per la ricezione dei canali del digitale terrestre. Al coro delle proteste si aggiunge ogni giorno qualche nuova voce e la pazienza dei telespettatori si sta esaurendo. L’ultimo eclatante caso è la scomparsa su molti schermi del segnale regionale di Raitre. Domenica sera, tantissimi teleutenti erano sintonizzati sulla terza rete per seguire il telegiornale regionale e ascoltare le ultime notizie sull’omicidio di Ilbono ma, con grande disappunto, si sono trovati ad assistere al tg regionale della Campania. Ieri si riceveva solo il telegiornale del Piemonte. È stata l’ennesima goccia, dopo che, dalla sua inaugurazione in pompa magna lo scorso 15 ottobre, il nuovo sistema di ricezione aveva messo in mostra più di una lacuna: segnale ballerino, immagini a effetto mosaico, sparizioni misteriose, come nel caso di Real Madrid-Juventus. In questo caso, come in quello del tg campano, la spiegazione più probabile è che il segnale terrestre fosse ?agganciato? a quello satellitare. Un’ipotesi corroborata anche dal fatto che, sempre domenica sera, il telefilm di Raidue ?Cold case? fosse stranamente criptato. Non solo: i nuovi canali (Rai 4, Gulp, Rai Sport Più) sono visibili soltanto a chi cattura il segnale dal ripetitore di Tricoli, mentre gli sfortunati che ricevono da Arzana non vedono nulla. Segno evidente, secondo moltissimi utenti, specialmente a Lanusei, che il ripetitore di Monte Idolo non è dotato degli stessi trasmettitori del suo gemello di Gairo. «Dopo ripetute sollecitazioni – racconta Ettore Fanelli – mi sono sentito dire da un funzionario Rai che ad Arzana è tutto ok e che i difetti dipendono dai nostri decoder, che vanno resettati per ricevere i nuovi canali. Io personalmente – continua Fanelli – ho reinstallato i canali in undici decoder nel mio vicinato, senza alcun risultato: tutto è rimasto com’era». Fanelli si è preso perfino la briga di sintonizzare manualmente il ricevitore (canale 177,5) ma nulla da fare. E alla Rai, che dicono? «Ogni volta che provo a chiamare il call center della Rai – racconta Quirino Pistis, altro utente lanuseino – trovo una segreteria telefonica».  Intanto, piovono proteste allo sportello Codacons di Tortolì da tutti i paesi della Provincia. E in molti pensano di non rinnovare l’abbonamento. Insomma, ?mamma Rai? per molti utenti ogliastrini si è trasformata in una perfida matrigna.

Compila il form qui sotto inserendo i dati richiesti così da essere contattato in tempi rapidi da un nostro assistente legale.





    AGGIORNAMENTI IN PRIMO PIANO:

    Partecipa alle nostre battaglie, fai valere i tuoi diritti!

    Cerca nel sito