12 ANNI DI TEMPO PER LA P. A. SUGLI SCALI FERROVIARI

CODACONS PRESENTA ESPOSTO ALLA CORTE DEI CONTI

QUALSIASI SOCIETÀ PRIVATA FALLIREBBE COI TEMPI DEL COMUNE DI MILANO

Finisce l’odissea degli ex scali ferroviari: finalmente il via libera del Consiglio Comunale.

Un’iter lunghissimo, partito nel lontano 2005, ben 12 anni fa, quando ancora era Sindaco Gabriele Albertini, l’intervento riguarda oltre un milione e 250 mila metri quadrati, il 65% del quale verrà destinato a verde, con un incremento di 130 mila metri quadrati.

Codacons: “troppo il tempo perso, non è possibile che ci vogliano 12 anni per solamente per predisporre un piano per il recupero di queste zone. Il Comune deve dare delle spiegazioni.

Questo testimonia come politica e P.A. non riescano a stare al passo con le necessità della città di Milano, come anche sta accadendo con l’inquinamento atmosferico, dove gli interventi del Comune sono sempre tardivi, mentre in città ci si ammala e muore per malattie direttamente collegate alle emissioni inquinanti.

Dare la possibilità ai cittadini di partecipare attivamente alla vita politica, consentendo agli stessi di presenziare e formulare proposte dirette.”